SixthContinent, la piattaforma economica di Politi

Fabrizio Politi è un imprenditore visionario che si è messo in testa di cambiare il sistema economico delle multinazionali che rende sempre più ricchi pochi e sempre più povere le masse.

Sicuramente tutti siamo colpiti bene o male, più o meno, dal mondo economico poiché si tratta di un fattore onnipresente in qualsiasi cosa decidiamo di fare. Lo stesso vale anche per il quarantenne livornese, Fabrizio Politi.

Dopo aver impiegato la maggior parte della propria vita alla dedizione della fabbricazione e costruzione di navi prestigiose per appassionati e non, da qualche anno ha deciso di abbandonare il mondo della nautica decidendo di dedicarsi unicamente al campo economico progettando mai visto prima d’ora: SixthContinent.

SixthContinent è un social network uguale a tutti gli altri in circolazione (come ad esempio facebook, twitter ecc) come struttura,  ma che differisce da quelli appena citati per lo scopo, ossia la mission di tale progetto risiede nel poter generare un reddito che possa essere ridistribuito in maniera solidale e soprattutto equa nei confronti di tutti coloro che risultano iscritti nella piattaforma online più grande dedicata alla gestione dei soldi.

Il primo passo di SixthContinent è stata la definizione dell’algoritmo MoMoSy (Moderate Monetary System), un sistema che calcola per 600mila imprese di 42 diversi paesi un parametro che permette di discriminare tra aziende che si trovano in fase speculativa, e che cioè assorbono troppa ricchezza dall’economia e dal mercato, impoverendolo, e quelle che invece si trovano in fase virtuosa, e cioè realizzano una distribuzione equilibrata della ricchezza prodotta tra i soci e l’economia da cui l’hanno tratta.

La situazione di un settore viene rappresentata da una piramide divisa in due zone: una rossa, dove ricadono tutte le imprese in fase speculativa e una verde, dove ricadono le imprese in fase virtuosa. La piramide è consultabile in maniera interattiva, e ogni lettore può fare le proprie analisi.

Lo scopo principale di tutto questo è dare ai consumatori la possibilità di decidere di non acquistare più, nel caso lo facessero prima, i prodotti delle aziende in area rossa e di preferire quelle in area verde. I cittadini del social network SixthContinent hanno così la possibilità di veicolare i propri acquisti verso le aziende virtuose.

Quando si diventa membri di SixthContinent si comincia a ricevere un reddito di cittadinanza.Con questo reddito si possono fare acquisti dai negozi selezionati dai Manager di Sixth Continent attraverso un’applicazione per smartphone o l’ecommerce di Sixth Continent.

Il reddito di cittadinanza accumulato può essere utilizzato per gli acquisti fino a coprire al massimo il 50% del prezzo del prodotto.

Probabilmente l’appellativo “imprenditore” è riduttivo nei confronti di Fabrizio Politi,il quale può essere considerato davvero come un rivoluzionario, alla luce di tutte le considerazioni fatte fino ad ora, che del sistema finanziario e da quello capitalistico ha assorbito tutti i vizi ed ora sa come cambiarlo in un sistema che premi la persona prima dell’accumulo di capitale.

Non si tratta di qualcosa di utopistico, ma di uno schizzo studiato per due anni intensamente e successivamente proposto a tutti. Oggi si tratta di una realtà concreta e funzionante

Posted by Jose Lee